House Ad
House Ad

IL DIGITAL
AWARD
ITALIANO DE
IL SOLE 24ORE

MOBILE AND TABLET APPLICATION / COMMUNITY & SOCIAL

  
  
EasyWay è un progetto no-profit, nato dall'iniziativa di Fondazione Vodafone Italia e della FISH e sviluppato da Posytron.
EasyWay è un'app studiata per consentire ai disabili - e a tutte le persone con difficoltà motorie come anziani e mamme con passeggino - di conoscere lo stato di accessibilità dei luoghi di una città quali negozi, musei, teatri, supermercati, alberghi, bar, uffici pubblici e farmacie, in modo che il disabile o la sua famiglia possano pianificare se recarsi o meno in un determinato luogo.
Il sistema può essere aggiornato in tempo reale dagli stessi utenti che possono aggiungere, con molta semplicità, tramite uno smartphone iOS, Android o via web, un nuovo punto d'interesse, non ancora presente nel data base, insieme con una valutazione di accessibilità alla struttura.
Il giudizio di accessibilità può essere assegnato per cinque macrocategorie (possibilità di parcheggio, accesso, spazi interni, spazi esterni, servizi igienici) e immesso tramite un'icona verde, rossa o gialla - per accessibile, non accessibile o parzialmente accessibile – e relativamente a barriere architettoniche per il disabile in carrozzina elettronica, per quello in carrozzina con o senza accompagnatore o per chi ha difficoltà di deambulazione.
Tramite l'App EasyWay il disabile può anche esplorare il territorio intorno a se e decidere le scelte di shopping, quelle d'intrattenimento nonché la scelta dei servizi accessibili, basando la sua scelta su valutazioni aggiornate dalla stessa comunità dei disabili, dalle loro famiglie, dalle loro associazioni e di tutti cittadini sensibili alla problematica dell'handicap, oltre che dalle strutture pubbliche e commerciali che vorranno inserire le informazioni di accessibilità ai propri uffici e negozi.
EasyWay consente al disabile una vera mobilità, una libera fruizione della città, una pianificazione dei suoi spostamenti e un concreto stimolo per l'eliminazione delle barriere architettoniche.

Sviluppo tecnico:
Le applicazioni mobile sono state sviluppate utilizzando gli SDK nativi delle singole piattaforme. La scelta di sviluppare applicazioni native al posto di mobile web app o un mobile web site è dovuta a diversi fattori tra cui:
• Ottimizzazione delle prestazioni dell'applicazione. Le applicazioni native sono più performanti rispetto a quelle sviluppate con altre tecniche;
• Facilitare l'accesso a funzionalità specifiche dei device o della piattaforma in vista degli sviluppi futuri;
• Il processo di approvazione delle applicazioni assicura la qualità e la sicurezza e questo costituisce un valore aggiunto per l'utente dal momento che l'applicazione tratta dati potenzialmente sensibili.
• Velocizzare lo sviluppo attraverso l'utilizzo di strumenti e best practices fornite dai produttori dei device e degli SDK.
La comunicazione tra i clienti mobile ed il server avviene attraverso richieste HTTPS a web services RESTfull in formato JSON. La questa scelta è stata dettata dalle politiche Vodafone per la protezione dei dati personali e dalla necessità di minimizzare la quantità dei dati trasferiti ad ogni richiesta per avere un impatto minimo sul consumo di banda e per avere buone prestazioni anche in presenza di connessioni non performanti.

Lo sviluppo delle applicazioni ha seguito un approccio agile. Il team di sviluppo era formato da 6 elementi con skill cross-funzionali (grafica e user experience, iOS development, Android development, ASP.NET development, testers). Il coinvolgimento di Vodafone e di FISH nello sviluppo è stato forte, sia nella fase di definizione della user experience sia nella fase di testing.
La UI è fortemente customizzata in base alle linee guida Vodafone e la user experience è stata pensata per semplificare al massimo l'interazione con l'applicazione, anche nei casi in cui l'utente deve inserire informazioni più complesse, come nel caso della valutazione di dettaglio di un punto di interesse.

La fase di testing ha avuto un ruolo importante nello sviluppo delle applicazioni.
Le applicazioni sono state testate attraverso l'utilizzo di simulatori e su dispositivi reali entry level e top gamma al fine di verificarne il corretto funzionamento e la corretta visualizzazione. Sono state inoltre testate diverse condizioni di utilizzo come disattivazione o assenza di segnale GPS o problemi di connettività.

Le applicazioni sono state sottoposte a diverse sessioni di analisi mediante strumenti come Instruments per la ricerca e l'eliminazione di memory leaks e per ottimizzazione l'utilizzo delle varie risorse (memoria, banda, batteria) al fine di assicurare una migliore esperienza nell'utilizzo dell'applicazione.

Il beta testing ha coinvolto circa 10 testers esterni. In particolare, per il beta testing dell'applicazione per iPhone, è stata utilizzata la piattaforma TestFlight per la distribuzione dell'applicazione e l'analisi degli utilizzi.
Agency: Posytron Engineering S.r.l.
Client: Vodafone Omnitel N.V.